Nell’ambito del Progetto “Rete di servizi di facilitazione digitale” relativo alla Misura 1.7.2 del PNRR, il Comune di Vicenza ha affidato a Sherpa srl il servizio di Facilitazione Digitale allo scopo di: garantire il supporto di facilitazione ai beneficiari finali e realizzare una puntuale e corretta rendicontazione dell’audience raggiunta e dei risultati ottenuti.


Per maggiori informazioni sull’iniziativa: repubblicadigitale.gov.it/portale/facilita.

Chi è il Facilitatore Digitale?

Il facilitatore digitale svolge un ruolo cruciale nell’aiutare le persone che si recano presso i Punti Digitale Facile a navigare nel mondo delle tecnologie digitali e di Internet e a sviluppare le loro competenze digitali. Alcune persone non hanno competenze in ambito digitale, altre hanno competenze molto basse e richiedono di svilupparne alcune in modo specifico. Nel promuovere percorsi di inclusione digitale, ciascun facilitatore apporta competenze, conoscenze, qualità e approcci unici e diversi. Possiede competenze digitali piuttosto avanzate, anche se non specialistiche, ed entusiasmo per Internet e la tecnologia. È paziente e sa ascoltare, è socievole e ben disposto a parlare con persone che non conosce. Inoltre, sa spiegare in termini semplici.

Caratteristiche e Competenze del Facilitatore Digitale

Il facilitatore digitale è:

  • in grado di usare in modo sicuro, critico e responsabile Internet e le tecnologie digitali; in particolare, sa cercare, valutare e gestire informazioni e dati, comunicare e collaborare da remoto, creare contenuti digitali, gestire dati e strumenti in sicurezza e nel rispetto della proprietà intellettuale e risolvere problemi;
  • interessato alla tecnologia e convinto dell’impatto positivo che questa può avere sulla vita delle persone;
  • socievole, affabile e disponibile;
  • paziente e ascolta attivamente;
  • capace di empatizzare e capire le motivazioni della formazione;
  • affidabile e organizzato, sa lavorare in squadra;
  • capace di spiegare in termini semplici e chiari anche concetti complessi.

Formazione e Supporto

Dall’inizio e per tutta la durata dell’incarico, il facilitatore digitale viene invitato a un percorso di formazione sul lavoro da parte del Dipartimento per la Trasformazione Digitale. Il programma formativo fornisce un inquadramento sul contesto della Pubblica Amministrazione e trasmette conoscenze sui principali servizi pubblici online; inoltre, mira ad assicurare il raggiungimento di un livello adeguato di padronanza in materia di competenze digitali secondo il quadro di riferimento europeo “DigComp 2.2” (livello 5 su una scala di 8). Il percorso formativo contribuisce anche a rafforzare le competenze relazionali e didattiche, al fine di potersi approcciare al meglio ai cittadini nella rilevazione e soddisfazione dei loro bisogni conoscitivi.

Impegno Richiesto

L’attività di facilitazione dovrà essere svolta da almeno tre facilitatori presso i Centri di Facilitazione siti in: Vicenza (Bertoliana, Informagiovani), Creazzo, Torri, Altavilla, Sovizzo, Quinto d’Altino.

Ciascun facilitatore dovrà garantire la presenza in almeno 3 Centri di Facilitazione Digitale per una durata complessiva minima di 12 ore a settimana (indicativamente 4 ore per Centro). La calendarizzazione e la localizzazione delle attività avverranno secondo un programma concordato.

Requisiti e Remunerazione

Una opportunità aperta a tutti, senza esclusioni di età o titoli di istruzione.

È possibile candidarsi in una delle seguenti modalità: 

  • volontario a titolo gratuito (in questo caso senza vincoli di orari e prestazioni);
  • professionista con Partita IVA;
  • dipendente a tempo determinato part-time.

La remunerazione lorda complessiva per 12 ore di facilitazione al mese è di 860€ al mese.

Nel caso di rapporto subordinato verrà applicato il CCNL Commercio – Livello 4.